Thermocold - Innovative systems for heating and air conditioning
Pubblicato in News
Letto 3401 volte
Vota questo articolo
(1 Vota)
Etichettato sotto

Thermocold  e l’impiantistica per i climi estremi:  I nuovi  impianti di risalita del Monte Bianco

Un’opera ingegneristica di rilevanza mondiale, il nuovo complesso Funiviario Pontal d’Entreves, Mont Frety e punta Helbronner,con le sue nuove stazioni di accoglienza dei visitatori, stanno vedendo la luce sul monte più alto e famoso d’Europa.

 

La grande attenzione e sensibilità dei progettisti, Francesco Pastoret Perito Industriale dello studio Pastoret di Aosta, e del Dott. Ing. Oliaro dello Studio Advanced Engineering di Milano, verso il rispetto di un contesto ambientale tra i più incontaminati, ed uno standard di “Zero Energy Builiding “,in piena sintonia e collaborazione con la Thermocold, ha orientato la scelta verso prodotti per la climatizzazione con un ridottissimo impatto ambientale sostituendo le più inquinanti e scomode caldaie a gasolio con pompe di calore a doppio ciclo elettriche, DUO FULL INVERTER,in grado di funzionare con le più rigide condizioni di temperatura riscontrabili a quote elevate come quelle delle stazioni delle nuove funivie. Particolare attenzione è stata posta durante la progettazione per limitare al minimo le dispersioni energetiche con l’impiego di materiali ad alto isolamento , ampie superfici fotovoltaiche e sistemi di riscaldamento con pompe di calore e recupero di calore. Vetro e acciaio sono predominanti nelle strutture, con grandi aree paronimiche nelle stazioni e cabine rotanti interamente vetrate e di forma sferica. Le cabine saranno dotate di un sistema che permetterà la rotazione su se stesse permettendo ai visitatoti di usufruire della visione a 360° di tutte le zone attraversate. 

 

I nuovi impianti di risalita del Monte Bianco, realizzati dal consorzio Cordee Mont Blanc sotto la committenza delle Funivie Monte Bianco Spa, raggiungeranno le tre diverse stazioni di arrivo con quote diverse dalla più alta, Punta Helbronner a quota 3449 m.s.l.m, alla stazione intermedia di Mont Frety a quota 2172 ms.l.m, fino alla stazione a più bassa quota di Pontal D’ Entreves a quota di 1308 m.s.l.m. Ai 3452 metri di Punta Helbronner, la stazione finale a quota più elevata, dove sarà realizzata una terrazza circolare di 14 metri di diametro, e dalla quale si godrà di una vista a 360 gradi sulla vetta del Bianco (4810 metri), sul dente del Gigante e sulla straordinaria Vallée Blanche, sono state installate due pompe di calore monoblocco doppio ciclo per il riscaldamento invernale e la produzione di acqua calda sanitaria.

 

Le unità DUO FULL INVERTER,in versione monoblocco da interno,con mandata e ripresa canalizzate, per un fabbisogno termico totale pari 118 kW, sono state realizzate in configurazione speciale XLT e saranno in grado di operare con temperature esterne tra le più rigide, fino a - 30 C° grazie al doppio ciclo frigorifero caratterizzato da :

• Ciclo di alta: GAS R134a per alte temperature di produzione acqua; 

• Ciclo di bassa: GAS R404 a per basse temperature di aria esterna.

Le unità al servizio di diverse UTA,alimenteranno due accumuli,uno per acs da 2000 l con temperatura dell’acqua a 65°C ed uno da 500 l per il riscaldamento con temperatura dell’acqua a 45°C di pannelli radianti a soffitto e a pavimento insieme a ventilconvettori per il riscaldamento di ristoranti, bar e servizi.

 

Nella stazione intermedia di Pavillon, a quota 2172 m.s.l.m. sono state installate rispettivamente 4 multifunzione a doppio ciclo, DUO per un potenza termica totale di 294 kW, le prime due (DUO 170 Z SM) in versione multifunzione (SM) per la climatizzazione estiva,invernale e per la produzione di acqua calda sanitaria, mentre le altre due (DUO 170 Z SR) in versione SR dedicate al solo riscaldamento dell’impianto. Le quattro unità al servizio delle UTA , alimenteranno pannelli radianti per la climatizzazione ed il riscaldamento della sala convegni,del ristorante e dei servizi dell’albergo.

Il DUO è l’unico multifunzione full inverter a doppio ciclo frigorifero caratterizzato da:

• Compressione frazionata in due livelli; 

• Due compressori scroll inverter ; 

• Ciclo a GAS R134a: ottimizzato per la produzione di acqua ad alta temperatura (fino a 80°C); 

• Ciclo a GAS R410a: ottimizzato per lavorare a bassissime temperature esterne (fino a -20C).

 

Nella stazione di fondo valle, Pontal D’ Entreves a quota di 1308 m.s.l.m.,è stata installata una pompa di calore acqua-acqua, CWC PROZONE ZH da 90 kW.

Tutte le unità installate saranno dotate di un innovativo Sistema di Monitoraggio e Supervisione E-Visual Plus targato Thermocold, una tecnologia all’avanguardia che garantisce:

• Assistenza tecnica in tempo reale 

• Monitoraggio delle principali variabili di funzionamento (Tw; pressioni di lavoro; T esterna; velocità dei compressori, ventilatori e pompe). 

• Elenco storico degli allarmi - data, sequenza degli allarmi, descrizione, stato dell’allarme (attivo o resettato). 

• Memorizzazione dello storico di funzionamento fino a 4 gg – archiviazione dei dati di resa, consumi ed efficienza, tempi di messa a regime dell’impianto (possibile elaborazione di statistiche di funzionamento della macchina). 

• Aggiornamenti software da remoto

 

Attraverso l’ applicazione della tecnologia DUO ( doppio ciclo frigorifero in cascata ) è possibile superare i limiti attuali delle pompe di calore, risultando quindi una soluzione competitiva e vantaggiosa rispetto ai sistemi a combustione, anche in condizioni particolarmente gravose (ad esempio temperature esterne rigide, necessità di acqua prodotta ad elevate temperature). L’applicazione di questa tecnologia alla climatizzazione permette notevoli vantaggi in termini di prestazioni, affidabilità e durata delle macchine.

 

In definitiva la costanza delle rese termiche, anche a bassissime temperature esterne, la libera scelta progettuale della temperatura di mandata, unite all’affidabilità delle pompe di calore DUO, permettono finalmente di superare il pregiudizio che ha sinora accompagnato l’utilizzo di pompe di calore come unico elemento di produzione di acqua calda e refrigerata.

 

Ultima modifica il Domenica, 31 Gennaio 2016 21:22
Altro in questa categoria: Certificazione EUROVENT Thermocold »

Richiesta informazioni

I campi contrassegnati da asterisco (*) sono obbligatori.




Facebook @Thermocold